RISCHI SUL LAVORO: IL RISCHIO CHIMICO

RISCHI SUL LAVORO: IL RISCHIO CHIMICO

  • Data:
  • News

In ogni ambiente di lavoro è opportuno e obbligatorio per il Datore di Lavoro prevedere la valutazione dei rischi dell’azienda. In questa analisi rientra il rischio chimico, che si riferisce alla presenza di agenti chimici ovvero all’insieme di tutti quegli elementi o composti chimici, da soli o nei loro miscugli, allo stato naturale o ottenuti, utilizzati o smaltiti, compreso lo smaltimento come rifiuti, mediante qualsiasi attività lavorativa, prodotti intenzionalmente o no, immessi o no sul mercato (D. Lgs. 81/08, articolo 222). 

Non si può trascurare il rischio chimico, in quanto è molto diffuso nei luoghi di lavoro. Infatti, il Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro definisce le attività che comportano la presenza di agenti chimici come “ogni attività lavorativa in cui sono utilizzati agenti chimici, o se ne prevede l'utilizzo, in ogni tipo di procedimento, compresi la produzione, la manipolazione, l'immagazzinamento, il trasporto o l'eliminazione e il trattamento dei rifiuti, o che risultino da tale attività lavorativa”. 

Pertanto, tale rischio non è da associare esclusivamente alle industrie chimiche, petrolchimiche oppure ai laboratori di ricerca, ma al contrario si riferisce a qualsiasi operazione che includa l’utilizzo o la manipolazione di sostanze chimiche. Ne sono degli esempi le operazioni di pulizia o l’uso di prodotti per la stampa o ancora la conservazione di prodotti o alimenti. 

Il D. Lgs. 81/08 tratta tutti gli aspetti legati alla valutazione del rischio chimico nei luoghi di lavoro all’interno del Titolo IX, che si articola su 3 capi principali:

  • Capo I: la protezione da agenti chimici;  
  • Capo II: la protezione da agenti cancerogeni e mutageni; 
  • Capo III: la protezione da rischi connessi all’amianto. 

Per valutare il rischio chimico, il Datore di Lavoro deve: 

  • tenere conto delle proprietà pericolose degli agenti chimici; 
  • raccogliere le informazioni sulla salute e sicurezza contenute nelle Schede di Sicurezza, che vengono richieste al momento della prima fornitura e che elencano tutte le proprietà intrinseche di pericolo della sostanza in questione, comprese le modalità di manipolazione, stoccaggio e smaltimento; 
  • considerare il livello, il tipo e la durata dell’esposizione dei lavoratori;  
  • tenere conto dei valori limite di esposizione professionale e biologici, ovvero i livelli di concentrazione dell’agente biologico nell’aria o nel mezzo biologico rispettivamente. 

A seguito della valutazione del rischio, insieme a RSPP e Medico Competente, Il Datore di Lavoro dovrà individuare misure di prevenzione, di protezione e di sorveglianza sanitaria per ridurre il rischio ad un livello accettabile. 

Uno degli strumenti che ci permette di conoscere in modo rapido la pericolosità di un prodotto chimico è l’etichettatura. Essa è definita dal regolamento europeo REACH (Registration, Evaluation, Authorization of Chemicals) e CLP (Classification, Labelling, Packaging), che propone una nuova classificazione e un nuovo sistema di pittogrammi, che vanno a sostituire in parte i simboli di rischio precedentemente utilizzati.  

In particolare, i pittogrammi rappresentano una tipologia di pericolo specifica, che può essere fisico o per la salute, in base alle proprietà intrinseche della sostanza stessa e sono di forma romboidale, con uno sfondo bianco e una cornice rossa. 

Per controllare il rischio chimico, è quindi opportuno verificare che le schede di sicurezza siano messe a disposizione dei lavoratori, che sia presente la corretta etichettatura, che sia stato previsto un programma di formazione, informazione e addestramento per coloro che sono esposti a tale rischio, che vengano rispettate le prescrizioni aziendali e che siano utilizzati i Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) adeguati.  

Il tema del rischio chimico viene affrontato all’interno della formazione generale e specifica sulla sicurezza dei lavoratori, che noi eroghiamo anche in modalità e-learning. Se volete avere maggiori informazioni, vi invitiamo a consultare il nostro sito e-commerce, nella sezione “Sicurezza”, al seguente link: https://www.corsionline.store/16-sicurezza